Passeggiate Lariane è la nuova rubrica in cui ogni settimana vi proporremo dei percorsi per trascorrere il vostro tempo libero in compagnia degli amici o in famiglia.
Con l’arrivo della primavera le giornate si allungano e un tripudio di colori circondano luoghi incantevoli a due passi dal Lago di Como. Perché allora non approfittare per fare un po’ di movimento attraversando sentieri, mulattiere e vecchie strade e trascorrere una giornata speciale!

 

– Dal lungolago di Cernobbio si attraversano la piazza e la Vecchia Strada Regina passando accanto alla chiesa del Redentore. Seguire Via dell’Orto.
– Alla fine della strada girare a destra in Via Plinio. Superato il ponte sul torrente Garovo si sale per Via Monte Santo. Dopo la rampa si attraversa e si continua sull’acciottolato verso la frazione Toldino.
– A Toldino si prende Via Moltrasio fino al cancello di Villa Mezée. Prendere il sentiero a destra e alla bivio andare a sinistra sulla mulattiera per Moltrasio.
– Seguire le indicazioni per Moltrasio sulla Vecchia Regina. Arrivati a Villa Le Rose prendere Via Besana e raggiungere la frazione di Verganzano, famosa per i suoi crotti.
– Alla fine della frazione si arriva alla bella chiesa romanica di Sant’Agata accanto a Villa Passalacqua. Salendo la scalinata e proseguendo a destra si giunge al centro di Moltrasio.
– Dalla piazzetta Umberto I prendere la Via G. Bianchi gradonata fino alla strada per Tosnacco, frazione più alta di Moltrasio.
– Seguire l’indicazione per il Sentiero panoramico per Urio e proseguire a mezzacosta per raggiungere Cavadino.
– Prendere Via 4 Novembre e raggiungere la Chiesa di Santa Marta.
– Scendere Via Santa Maria passando le edicole della Via Crucis. Passare sotto la Nuova Regina ed entrare a Carate. Seguendo la gradonata raggiungere la frazione di Olzavino.
– Prendere la stretta Via Vittorio Veneto, uscire in un piccolo piazzale e continuare nella stessa direzione. Scendere la scala a destra e riprendere la costa a sinistra. Proseguire in Via Piave verso la frazione di Laglio Soldino.
– Scendere a lago e seguire la Vecchia Regina passando la Chiesa di San Giorgio.
– Dopo un centinaio di metri si arriva all’Oratorio di San Rocco. Prendere la rampa acciottolata che sale a Germanello.
– Dal portico della chiesa imboccare il sentiero che conduce ai “monti” di Germanello, un tratto di vecchio selciato che conduce ad un ponte sulla Valle di Caraello. Dopo il ponte salire per la mulattiera e al primo tornante seguire il sentiero di destra che costeggia la montagna. Da qui si raggiunge la mulattiera di Torriggia: scendere verso il paese.
– Scendere verso la Nuova Regina e al primo tornante prendere il sentiero che entra nel bosco salendo fino Via Calchera ed uscendo al Villaggio Primavera.
– Salire a sinistra e prendere il sentiero che prosegue lungo la costa della montagna. Presso la baita di Rensc si prosegue a destra e poi in discesa passando per i Monti Carpino e, dopo le case di Piazolo, si imbocca una scalinata per Brienno.
– Qui termina la passeggiata ma, prima di tornare a Como in autobus, si consiglia di scoprire il paese con le sue case ed angoli suggestivi!